Work in progress

Attenzione-attenzione: tempo qualche ora e questo blog diventerà un posto rispettabile, almeno all’apparenza. Se ci sono problemi a trovare quello che cercate – un post o un commento -, ditelo e vedrò di risolvere il problema. E ditemi un’altra cosa: è bello o non è bello il nuovo vestitino? 😀

Sto ammucchiando tutti gli articoli di cui non vado più fiera, cioè i più vecchi, in una categoria a parte: Il Dimenticatoio. Fate il piacere di non leggerli, perché appartengono a un’altra età. Avrei voluto cancellarli, ma non sarebbe stato molto corretto. Anche perché piacciono ancora, con mio sommo scorno.

Ah, sappiate che ci sono delle ragioni molto profonde dietro questo cambiamento di aspetto. È una forma di protesta contro la società, che condanna i bei blog pieni di fiorellini e dallo sfondo lilla come “leggeri”. Ebbene sì. Esistono delle persone che, vedendo dei colori pericolosamente vicini a quelli delle Barbie e leggendo che gli autori dei suddetti osano avere solo diciassette anni, si permettono di giudicarli “non impegnati”. Il mio, signore e signori, vuole essere un gesto forte per gridare No! alla sottovalutazione dei poppanti. Anche noi abbiamo la nostra dignità di pivelli, anche noi facciamo Letteratura, Giornalismo e in generale Qultura. Lo dimostra per tutti il mio coraggio nel mettere uno sfondo macabro e orripilante, che farà certo inorridire tutti i perbenisti! Andate dunque, miei diletti, e raccontate ai Greci al mondo intero della ragazza che, sola, alzò la testa e attraversò le mura fiammeggianti del mondo in nome dei deboli e degli oppressi! Per la libertà!

Sì, sto delirando.

Torno a giocare con le bambole.

Advertisements

15 thoughts on “Work in progress

  1. Buonasera Amnell. Mi sono appena accorta che sulla barra laterale c’è scritto che stai leggendo Guida Galattica Per Autostoppisti e Cavie. Li hai comperati o presi in prestito? No, perché dopo aver letto un solo libro della colonna Piccola Nuova Biblioteca Oscar Mondadori ho giurato che non avrei mai più letto niente di quella collana visto che stampano con i piedi e a me non piace buttare via i soldi (come presumo a tutti).
    Volevo scrivere questo commento per dirti che il nero del blog con scritte chiare stanca un po’ gli occhi, (forse troppo contrasto) malgrado io ami il nero e odi ogni colore che sia diverso dal nero, grigio, blu scuro e rosso sangue.
    Però scrivendo questo commento mi sono gasata un casino, perché sembra le lettere compaiano dal nulla sullo schermo, quasi stessi scrivendo qualcosa su un vecchio Windows, sai no, quando devi parlare con la stampante e lei non risponde, allora tu fai Ping Ping *codice stampate* e aspetti che la rete riprenda a connettere? Beh, ecco, io da piccola passavo le ore a comunicare con la stampante solo per vedere le lettere bianche su sfondo nero, quindi niente, è divertente.
    Che commento inutile. Va beh. Sono malata e deliro da due giorni. 🙂

    Mi piace

    • Salve Amy!

      Guida Galattica Per Autostoppisti e Cavie. Li hai comperati o presi in prestito?

      Ebook (scaricati peraltro in modo molto molto legale!). Stampano con i piedi? Cioè il problema è nella rilegatura? Non so, non ho mai visto un libro fisico in quella collana. Almeno la traduzione sembra buona – e poi non credo ci sia scampo, anche gli ebook che leggo non sono formattati benissimo. Poi dipende se ne vale la pena: la Guida Galattica io la leggerei pure se avesse le pagine rilegate al contrario.

      il nero del blog con scritte chiare stanca un po’ gli occhi, (forse troppo contrasto)

      E io che mi ero dannata l’anima per trovare un template a sfondo nero, ché quelli chiari mi fanno lacrimare! Mi spiace, non posso nemmeno mettere mano al colore del testo senza sganciare soldi a WordPress. Boh, se diventa un problema cambio tema, tanto ero indecisa con un altro più chiaro. Ma non ora, ci ho messo due giorni per far quadrare tutto :facepalm:
      Io della mia infanzia ricordo quel magnifico Paint per Windows ’98, che mi faceva disegnare le collane su sfondo nero – beh, lo faccio tuttora, dopotutto.
      Grazie della segnalazione, non è affatto un commento inutile 🙂
      (Scommetto che guarirai appena in tempo per tornare a scuola dopo un ponte febbricitante, a noi studenti succede così D: Buon anno, comunque!)

      Mi piace

  2. Stampano con i piedi nel senso che sembra scritto in matita, tanto è leggero l’inchiostro, e ogni tre parole non si legge una sillaba. Si leggono parole a intermittenza!
    Insomma, se devo pagare 9,50 € voglio avere almeno la certezza di leggere tutte le sillabe. E non posso cambiare fisicamente libro, perché non ho intenzione di passare in rassegna ogni parola sbiadita e ricalcarla a mano.

    Invece con gli ebook (tipo quelli che trovi gratis su internet perché non sono più coperti dal diritto d’autore…) anche se sono formattati male mi metto lì un oretta massimo, tolgo gli a capo a caso, il numero delle pagine, grassetto i capitoli, ingrosso il titolo e BAM, converto tutto in .mobi.
    Come una libreria di iTunes in disordine, non riesco a digerire un libro formattato male!

    Mi piace

    • Eh, io invece con gli ebook non so fare, per quello me li tengo così xD
      Che roba, però… non puoi cambiarlo in libreria con un’altra copia o, se hanno tutti lo stesso difetto, farti ridare i soldi? A me l’hanno permesso, una volta.

      Mi piace

  3. “Andate dunque, miei diletti, e raccontate ai (Greci) al mondo intero della ragazza che, sola, alzò la testa e attraversò le mura fiammeggianti del mondo in nome dei deboli e degli oppressi! Per la libertà!” Giuro, quasi piango per le parole cariche di coraggio e sfrontatezza. Hai il mio pieno appoggio, sappilo, haha. Detesto questo snobbismo nei confronti di noi teenagers. Come sono british.

    “Però scrivendo questo commento mi sono gasata un casino, perché sembra le lettere compaiano dal nulla sullo schermo” Mi aggrego a quello che ha scritto la signorina che m’ha preceduto. E’ un effetto piacevole, già ^^ Purtroppo, è anche vero che il carattere bianco su sfondo nero non è il massimo per la vista .-.

    Mi piace

  4. Ho visto il “nuovo” blog ed esprimo il mio pensiero con una parola che è quasi impossibile estorcermi : Fi-go !!!(penso che Leonida avrebbe gradito di avere un simile “contesto”…)
    PS.1
    Non sono assolutamente d’accordo con il tuo post.E’ impossibile che chiunque navighi sul web (la cui intelligenza sia almeno di un gradino superiore a quella di una gallina svenuta) giudichi non impegnati i tuoi post e ancor meno la persona che li scrive.Anzi,vista l’estrema (ed eccessiva ??) lucidità e coerenza usata per mettere alla berlina “luoghi comuni” e atteggiamenti “stereotipati” (sarà il termine giusto??)….consiglio (nel prossimo rifacimento) di usare uno sfondo giallo con pallini verdi onde stemperare il timore (che assale l’incauto lettore addentratosi nel blog convinto di farsi una “svagata passeggiata” ) di non aver abbastanza intelligenza e cultura per uscirne “illeso” dai tuoi “post”.
    Se invece (…in un attimo di estasi dovuto alla visione della puntata di “Ulisse” dedicata alla Grecia..) ti fossi lasciata andare ad un attimo di autoesaltazione = potrei anche capirti…
    PS. 2
    Condanno lo spostamento di “sospiro” nel DIMENTICATOIO in quanto palese tentativo di “omicidio” nei miei confronti.Noto però anche un uso spietato della tua intelligenza nel metterci anche “compito per casa”,avrai pensato : “se lo manco con sospiro,lo uccido certamente con questo!”.Ebbene : obbiettivo fallito : non è cosi facile eliminarmi (..mine antiuomo permettendo…).
    PS. 3
    Ed ora una cosa sgradevole : rimarco,ritenendolo un tuo errore,lo spostamento di “compito per casa”.Non è certo un superficiale “sfogo” di una sedicenne…il pensiero di “fondo” che lo anima analizza spietatamente la profondità di uno degli atteggiamenti umani più discussi e se la sua visione lucida e pragmatica induce a pensare….,il fatto che sia coinciso fa tenere la mente “ben fissa” sul bersaglio. Avresti potuto cambiare il titolo e tenerlo nei top.
    Gladium.

    Mi piace

    • Sono convinta di non fare la paura che descrivi ai miei lettori. Comunque la mia non era esaltazione, stavo solo ironizzando sul concetto di “letteratura impegnata” e sull’età minima richiesta per essere ascoltati. Non ho una posizione radicale in merito, dunque ho scherzato sul tono, nient’altro!

      Condanno lo spostamento di “sospiro” nel DIMENTICATOIO in quanto palese tentativo di “omicidio” nei miei confronti.

      Ma LOL! No, è solo un tentativo di salvare una facciata di serietà per nascondere articoli come quello, che secondo me lasciano il tempo che trovano. In fondo, non l’ho eliminato – e avrei voluto. Compito per casa ora come ora mi sembra una banalità, un’idea alla quale chiunque può arrivare senza sforzo. Per questo l’ho spinto in un angolo. Non ho cambiato il titolo perché è una cosa cui non voglio più metter mano. Insomma, volevo ripartire quasi da zero, senza dovermi vergognare delle ovvietà che ho scritto nei tempi bui.

      Mi piace

  5. ..lo so che conoscendomi bene non sei abituata a vedermi scherzare ma…era proprio così.
    …so benissimo che non fai paura (..incuti solo un leggero timore)…volevo solo sottolineare l’eccellente “livello” del blog..e chi ci entra lo sa e sa che deve dare il meglio di se.
    IL riferimento alla tua esaltazione era scherzo = allo stato puro !
    Per “sospiro” invece ho scherzato su me stesso = lo sai che mi piace molto il post…e ho ironizzato sulla mia capacità di sopportare il suo declassamento.
    Forse sono una persona “banale” con pensieri “banali” ma “compito in classe” mi piace un sacco perchè sintetizza (sono poche righe) con incisività un concetto che
    spesso sfugge guardando film “epici” (che a me piacciono molto)..quindi . mi spiace ma sarà sempre uno dei post a me più graditi.Ora mi sto chiedendo una cosa : perchè deovresti vergognarti di “delle ovvietà che ho scritto nei tempi bui” ??
    Io non so in che tempi li hai scritti…ma per me non sono ovvietà,perchè mi piace molto quanto esprimi….e devo forse vergognarmi io,perche le apprezzo molto ??
    NO,spiacente.
    Un ultima cosa = tu la serietà te la sei creata con le tue capacità,la tua coerenza e la tua intelligenza quindi non devi rinnegare alcuno dei tuoi scritti (anche perchè io non ne vedo nessuno che debba fare questa “fine”)…….ma il blog è tuo.
    Comunque e stata una esperienza interessante = non capirci su nulla al 100%.
    Comunque domani tornerò quel serioso e “pesante” personaggio che sono solitamente nelle mie rare apparizioni su Web e tutto tornerà a posto.
    PS.
    …non ci crederai ma so anche scherzare (…e noto che i miei amici si divertono un sacco…)…ma il farlo senza preavviso non è stata una buona idea.

    Mi piace

  6. Sono felice che il palestrato Catone abbia trovato una sua cornice più consona, mi lasciava sempre perplesso vederlo annegato in tutto quel rosa, lol

    Grazie dell’inserimento nella blogroll, inaspettata grazia ^__^

    Mi piace

    • Evviva, qualcun altro ha detestato il precedente sfondo! 😀
      Linkarti era il minimo, mi spiace averlo fatto con un po’ di ritardo xD Sono io a ringraziarti per aver ricambiato, è proprio un onore *_*

      Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...